Difficile capire se non si ha mai avuto un cane ma le parole di Susanna Tamaro ci avvicinano splendidamente alla realtà dell’indissolubile legame che si può instaurare tra uomo e cane.

Una bellissima mattina di luglio, quando nessuno se lo aspettava, te ne sei andato. Eri un cane ancora giovane, capace di gioire pienamente della vita. Di un cane anziano si aspetta la morte come un naturale compimento, ma quando la fine arriva così imprevista non ci si riesce a riprendere da uno stato di doloroso stupore.
Ogni mattina prendo la tua ciotola in mano. “I’m empty” c’è scritto sopra come se dovessi riempirla, durante il giorno molte volte, automaticamente e inutilmente, ripeto il tuo nome: un pezzettino di pane in mano, il desiderio di farti una carezza, di veder spuntare da qualche parte il tuo musetto sorridente.Come tutti i miei cani, eri un cane di ‘seconda mano’. Nella tua vita di prima avevi subito crudeltà inimmaginabili che ti avevano portato a un passo dalla morte. Eri stato salvato da delle volontarie che ti avevano trovato, quasi esanime, al casello di Giove. Per sei mesi, con pazienza e amore, ti avevano curato. Appena guarito ci siamo incontrati. È stato amore a prima vista. Il tuo corpo era ormai sano, ma la tua anima ancora gravemente ferita. Hai impiegato due anni per riuscire a fidarti, guardarmi negli occhi e tirare fuori il tuo meraviglioso carattere da Collie. Andavi pazzo per i bambini e la fattoria era il tuo piccolo regno fatato, vivevi nel terrore che qualcuno o qualcosa ti portasse via da qui.

È stato il tuo cuore a tradirti all’improvviso. E quando si è fermato il tuo, si è fermato un po’ anche il mio.
Com’è tremendamente misterioso il rapporto che lega un essere umano al suo cane! Un’anima complessa e un’anima più semplice che le si affida con l’innocente devozione dell’amore.
E com’è terribile anche lo strazio che accompagna la scomparsa dei nostri piccoli amici! Per quanti se ne siano già seppelliti, il dolore non sfuma e né si smorza.

Ciao, amatissimo Lucky! Sei stato un cane straordinario, mite e gentile.
Grazie per l’allegria, la fedeltà e l’amore che ci hai regalato in questi anni.

triste.

Dona con paypal

Dona tramite bonifico

intestato a L’arca di Rita Onlus
IBAN:  IT 26 V 05018 03200 000016741993