Kim Adottato

12191847_893152297435475_346215604885520545_n

 

Kim si sta disperando, quando il padrone lo ha lasciato piangeva come un bambino, non possiamo ignorare la sua disperazione!
In gabbia, al buio, la fine è arrivata! Kim era un cucciolo libero e felice e non deve pagare per le colpe di un cattivo padrone! Urliamo di rabbia all’idea che possa crescere lì dentro e cambiare carattere per la disperazione! Vive in un metro quadro! Aiutateci a liberarlo, siamo disposte a pagare una pensione ma da sole non ce la facciamo prorio! Dobbiamo tirarlo fuori di lì! Mamme a distanza unitevi a noi!!!

Kim è in canile e potrebbe non uscirne più. Molossetto di 1 anno circa, no gatti. Adozione solo centro-nord. Per info Rita 3493695664 – Simona 3455982486 arcadirita@gmail.com

MARINA ADOTTATA

12112347_885119701572068_4770731948206914759_n 12115556_881094981974540_9134857486885840268_n

 

Dopo pochi giorni all’Arca possiamo dire che Marina sta molto meglio, non solo ha iniziato a mangiare ma mangia per 4! Per fortuna, non ha corpi estranei nell’intestino né gastroenterite ma solo una brutta infezione all’intestino che sta superando grazie alla cura antibiotica. Continua anche la cura di integratori e vitamine per superare il forte deperimento in cui l’abbiamo trovata. Appena sarà in forze verrà sterilizzata e operata all’occhio.
GRAZIE A TUTTE LE MAMME E I PAPA’ A DISTANZA CHE CI STANNO AIUTANDO PER LE SUE CURE ?

Marina è molto grave, disidratata e denutrita, deve stare costantemente sotto flebo.
Le sono state fatte analisi del sangue, ecografia e lastra.
Ha una grave infezione si presume all’intestino e dovrà essere sterilizzata perché ha i capezzoli infiammati, nella stessa occasione sarà operata anche all’occhio per toglierle il prolasso. Ha una zampa rotta, saldata male.
IL QUADRO CLINICO E’ ANCORA DA DEFINIRE: Non sappiamo ancora se deve essere operata prima all’intestino, lunedì faremo un’altra ecografia nella speranza che abbia smaltito un po di gas e si possa avere una visuale migliore.

Marina, quanto dolore hai sopportato prima che qualcuno si accorgesse di te… rassegnata ad essere invisibile come sempre, come se non esistessi…
Ma stavolta non è andata così piccola, due occhi ti hanno visto per la prima volta, e ci hanno chiesto aiuto, da quel momento è cambiato il tuo destino, non vivrai più nell’ombra, avrai un nome e una famiglia, avrai cure e amore e non sarai ma più il cane di nessuno, non arrenderti piccola noi siamo al tuo fianco!
12074988_880856401998398_5780759265558673268_n
#vogliounavitadegna #arcadiritaonlus

per chi vuole aiutare inviando una donazione:

• Bonifico Bancario intestato a L’arca di Rita Onlus,
Codice IBAN: IT89E0869339300000000515033
• Carta Postepay: (uffici postali o ricevitorie sisal) intestato a Rita Di Mario
N°: 5333 1710 0156 7979 – C.F DMRRTI66H62H501F
• Paypal: arcadirita@gmail.com

VAN GOGH… 4 MESI e un orecchio tagliato…

VAN GOGH HA 4 MESI E DOPO ESSERE STATO TENUTO DA UNA SIGNORA ANZIANA PER DUE MESI, HA BISOGNO DI TROVARE UNA FAMIGLIA PERCHE’ LEI NON RIESCE PIU’ A GESTIRLO

TRE RAGAZZE STANNO FACENDO L’IMPOSSIBILE PER TROVARGLI UNA FAMIGLIA!

CONTATTARE: Milena 329 6263111 – Stefania 393 1815012
Erika 348 3390104
cangatte@gmail.com

FERMO SUL CIGLIO DELLA STRADA TREMAVA COME UNA FOGLIA ASPETTANDO NON SI SA COSA, FORSE UN’ANIMA PIA…

E COSI’ E’ STATO, UNA RAGAZZA LO HA VISTO E PUR SAPENDO DI NON POTERLO TENERE NON HA POTUTO LASCIARLO LI’, SI E’ FERMATA E LO HA MESSO IN MACCHINA.
SUBITO PORTATO DAL VETERINARIO E’ STATO VISITATO, SVERMINATO E SOTTOPOSTO AD UN BAGNETTO ANTIPARASSITARIO.

FIOCCO STA BENE, E’ DENUTRITO E PURTROPPO GLI HANNO TAGLIATO UN ORECCHIO.

TAGLIA MEDIO-GRANDE.

SI TROVA A ROMA E VERRA’ AFFIDATO SOLO CON FIRMA DI MODULI PREAFFIDO.
ADOZIONI CENTRO-NORD CONTATTARE: SIMONA 345 5982486

CHICCO… ABBANDONATO e SCACCIATO… ORA RISCHIA IL CANILE!

LA STORIA DI CHICCO E’ QUASI BANALE PER QUANTO TRISTE…

Abbandonato dai suoi padroni è rimasto nella zona ad aspettarli.
Una famiglia si è occupata di lui nutrendolo e curandolo quando si è ammalato di leishmaniosi (ora è guarito, prende solo una pasticchetta al giorno per non farla tornare).

CHICCO ha avuto diversi problemi è stato preso da una macchina e buttato in un fosso e un veterinario che abita vicino lo ha curato a casa sua ma poi lo ha rilasciato per strada e lui è ritornato nella zona dove viveva.

Probabilmente proprio alla casa dove abitava e durante un temporale si è infilato nella cuccia di un altro cane facendo infuriare i padroni che non lo vogliono né nel giardino né davanti casa.

La signora che si è presa cura di Chicco ha cercato qualcuno che si occupasse di lui senza risultati.

I padroni del giardino le stanno dando del tempo per cercare una soluzione ma se nei prossimi giorni non troviamo niente lo portano al canile.

Chicco ha circa cinque anni è dolcissimo e buono con le persone.

SI TROVA IN PROVINCIA DI ROMA (ARDEA)
ADOZIONI SOLO CENTRO-NORD

CONTATTARE: RITA 349 3695664 o SIMONA 345 5982486

SCRIVERE: arcadirita@gmail.com

NINA CE LA FARA’… questa volta ha vinto la VITA!

 

QUANDO ARRIVANO LE BELLE NOTIZIE BISOGNA FARLE GIRARE…

E ALLORA VOGLIO AGGIORNARVI SULLA VICENDA DI NINA, LA CAGNOLONA A CUI IN UN POMERIGGIO DI MARZO HANNO SPARATO IN TESTA…

PER GIOCO? PER NOIA? PER ODIO? NON LO SAPPIAMO!

SAPPIAMO SOLO CHE QUESTA VOLTA HANNO VINTO L’AMORE E LA SOLIDARIETA’!

QUESTA VOLTA HA VINTO LA VITA!!!

ESSERE UMANO, CANE, GATTO, TOPO, IL VALORE DI UNA VITA NON SI DISCUTE E SOPRATTUTTO NON SI  METTE SUL PIATTO DI UNA BILANCIA!

QUESTA E’ LA MAIL RICEVUTA:
Nina doveva fare la prima fisioterapia alla clinica roma sud ma per la  distanza e il problema di portarla hanno deciso di fare le sedute alla favorita dal Dr. Lanci.
Lanci le ha fatto una bella visita e poi ha passato la cagnona all’esperta che le ha detto che in questo stadio Nina non puo’ fare piscina ma solo ginnastica ed elettrostimolazione.
Deve fare fisioterapia per recuperare il tono muscolare alle zampe posteriori. Sonia che in particolare la accudisce dovrà farle elettrostimolazione e ginnastica.

Ci sono speranze che riprenda a camminare, ci vorrà tempo ma è sana e  salva, si trova in zona Ardea in stallo da Sonia in una villetta dove sarà molto seguita.

Grazie a tutti per l’interesse, allego le ultime foto
Francesca

 

*V*

L’orrore dietro l’angolo di casa…

Ciao io sono Nina,
sono un cane grosso è vero ma sono molto buona e socievole.
Ho una famiglia che mi cura e mi vuole bene, mi da riparo, cibo e si preoccupa della mia salute.
Posso entrare e uscire quando voglio dal loro giardino e spesso mi piace andare a spasso per il quartiere, mi conoscono tutti, tutti mi voglio bene… o quasi.
Ieri come al solito ero in giro a fare quattro passi, era una bella giornata e finalmente c’era un po’ di sole dopo tanti giorni di gelo.
L’aria cominciava a riempirsi di mille profumi, i fiori a sbocciare, gli animali a uscire fuori dalle tane, tutto iniziava a rinascere e mi stavo godendo questa meraviglia in santa pace quando è arrivato lui…

Mi avvicino tranquillamente, scodinzolo anche, lui tira fuori quell’oggetto metallico, non so cosa sia ma me lo avvicina alla testa, “forse vuole giocare” penso io, “forse…”

poi tutto esplode….

Un dolore tremendo scoppia dentro la testa e in tutto il corpo, cado a terra, spilli lancinanti invadono tutto il mio corpo, dentro di me urlo, urlo di dolore e una domanda mi attraversa per un attimo il cervello “perché”?

… poi il buio.

QUESTA E’ LA STORIA DI NINA… CANE DI QUARTIERE…  MA PRATICAMENTE DI UNA FAMIGLIA CHE LA TENEVA IN GIARDINO…
UN CANE BUONO E COCCOLONE.
DOMENICA POMERIGGIO.. FUORI DAL CANCELLO DOVE SPESSO STA’, QUALCUNO GLI HA SPARATO CON UNA PISTOLA… (PROIETTILE DELLO STESSO TIPO DI QUELLI USATI PER LE PISTOLE DEI CARABINIERI)

IL PROIETTILE HA PERCORSO IL COLLO ED E’ PASSATO SULLA COLONNA VERTEBRALE

E’ STATA OPERATA D’URGENZA MA NON SI SA SE POTRA’ MAI PIU’ RIALZARSI, USARE LE GAMBE… E PURTROPPO PER UN CANE COSì GRANDE… NON SAREBBE UNA VITA DECENTE.

ANCORA UNA VOLTA LA BESTIA UMANA HA COLPITO A TRADIMENTO UN ESSERE INDIFESO,

ANCORA UNA VOLTA IL VIGLIACCO HA COLPITO E SI E’ NASCOSTO.

Chissà se dentro di lui si sente fiero di quello che ha fatto! MA dovrebbe rendersi conto di quanto sia miserabile e inutile la sua di vita, incapace di provare compassione e rispetto per quell’altra vita, quella che lui ha irrimediabilmente spezzato,  sicuramente più meritevole della sua, perché capace di amore e di fiducia.